mercoledì 7 febbraio 2018

Microrecensione #136: "Siamo buoni se siamo buoni" di P. Nori

18/01/2018 - 23/01/2018 "Siamo buoni se siamo buoni" di P. Nori.
Che questo a mio memoria è il primo libro di Paolo Nori che leggo, che è strano perché a me lui piace molto ma per una ragione o per un'altra chissà, comunque, che io mi ricordi, è il primo libro intero di Paolo Nori che leggo e mentre lo leggevo pensavo, hai voglia, un libro intero scritto da Paolo Nori, non so se arriverò alla fine, che una frase è bellissima, un raccontino divertente, ma un libro intero, un libro intero è diverso, che non è mica come una frase che l'hai letta e poi subito è finita, non è mica come un racconto, è un libro intero, che dopo 100 frasi di Paolo Nori magari mi son stufata di Paolo Nori, che ci vuole anche una storia vagamente interessante per leggere un libro intero, non solo di Paolo Nori, così, un libro intero in generale. E tutto questo lo pensavo mentre continuavo a leggere il libro di Paolo Nori, e frase dopo frase pensavo, eh però ci vuole anche una bella storia, aspetta che leggo anche il dopo, e pian pianino, alla fine, oltre a tutte le frasi belle di Paolo Nori, che per carità, belle, son belle, ma questi son gusti miei, che li dovete prendere con le pinze, comunque, dicevo, oltre a tutte le sue frasi, alla fine, c'era pure una bella storia.


[Tentativo di meta-micro-recensione, perdonatemi]

mercoledì 31 gennaio 2018

Microrecensione #135: "Citizens of the Sea: Wonderous Creatures from the Census of Marine Life" di N. Knowlton

22/10/2017 - 20/01/2018 "Citizens of the Sea: Wonderous Creatures from the Census of Marine Life" di N. Knowlton.
Un libro di foto di creature marine che ho da un po' sullo scaffale, ma che mi sono decisa di guardare con calma, e soprattutto, di leggere, soltanto adesso.
Ed ho imparato un sacco di cose, e mi sono lasciata travolgere dai colori e dalle bizzarrie di quelli che io da brava oceanografa chiamo indistintamente "pesci" (perché stanno tutti nell'acqua, no?).

Consigliato come libro in cui perdersi di tanto in tanto, senza troppe pretese scientifiche o educative, o da sfogliare anche in compagnia del figlio duenne, che meravigliarsi delle cose che ci sono nel mondo è un'attività bellissima da fare a tutte le età.

mercoledì 24 gennaio 2018

Microrecensione #134: "Lessico famigliare" di N. Ginzburg

08/01/2018 - 17/01/2018 "Lessico famigliare" di N. Ginzburg.
Il mio regalo di compleanno da parte di Subirotamic, e l'ho già finito! 

Non mi pareva di averlo letto a scuola, o perlomeno non me lo ricordo. Meglio, non credo all'epoca l'avrei apprezzato così tanto.
È la storia di una famiglia ebrea, attraverso due guerre mondiali, ma soprattutto attraverso le parole e il linguaggio e le immagini condivise che nel tempo vengono a consolidarsi in una cerchia di persone, siano famiglia, amici, o entrambi.
È un libro bellissimo, e ancora prima di leggerlo pensavo di scriverlo io, un libro così, tanto mi è caro e chiaro il concetto di "lessico famigliare".
In realtà, ancora penso di scriverlo, questo libro, un giorno.
Anzi, a volte mi pare addirittura di avere già abbastanza materiale per cominciare, con una mamma che ha sempre amato giocare con le parole, e un figlio che ha appena cominciato ad usarle.
 
Ora lo inizio.
O forse no, dai.
Forse, lo inizio domani.